Seleziona una pagina
Come pesci in un barile al Verdura per i bambini di Gaza

Come pesci in un barile al Verdura per i bambini di Gaza

Come pesci in un barile è la performance poetico-musicale per i bambini di Gaza di Yousif Latif Yaralla che andrà in scena domenica 29 agosto alle 21 al Teatro di Verdura di Palermo.

 

Un affresco narrativo una voce che squarcia il silenzio che avvolge il destino dell’umanità e della natura a Gaza.

 

Come pesci in un barile racconta la vita a Gaza dal punto di vista dei bambini, delle donne, della Terra, degli alberi.

 

 

L’antefatto

A metà Luglio Yousif mi telefona e mi invita a partecipare a questa nascitura opera per i bambini di Gaza. Per Yousif è sempre un si incondizionato. Sono francamente onorata di essere stata ricordata e commossa per poer dare il mio contributo. Il tema della Gerra e della Pace da sempre urgono dentro di me. Ho scritto Il canto del sole – un concerto per la Pace – nel 2003, in occasione dello scoppio della guerra in Iraq. E guarda caso Yousif arriva proprio da lì. Tutto torna.

Chi abita a Palermo e frequenta il mondo dell’Arte, al solo nome di Youssif Latif Yaralla trema.

Youssif incute rispetto per una sensibilità che alberga nella profondità del suo sguardo: ha visto il deserto coi suoi piedi e il cuore a pezzi, le bombe nel mercato di Bagdad, il fioccare dei versi all’alba e la poesia che carezza la pella emaciata. Cantò pregando i 99 nomi di Dio per Mons Regalis.  

Youssif negli ultimi 50 giorni sta dedicando tutte le sue sottili forze alla scrittura e alla regia di “Come pesci in un barile”, titolo della performance poetico – musicale, che dirigerà domenica 29 agosto alle 21 al Teatro di Verdura di Palermo. 

Lucina Lanzara e Youssif Latif Yaralla

“Ogni poeta, in una situazione di emergenza, è necessariamente un politico, perché anche la poesia entra a far parte della resistenza all’occupazione”.

Dice il regista Yousif Latif Yaralla citando il poeta Darwish

imprigionato cinque volte, dal 1961 al 1967, per la sua stessa attività artistica,

Moni Ovadia

Gli artisti in scena per i bambini orfani di Gaza

 

Sul palco, oltre me, l’attore, regista e autore, Moni Ovadia, l’attore, autore e regista Gigi Borruso, l’autore, attore e regista Giuseppe Provinzano, la cantante lirica Donatella Gugliuzza, la giornalista Marta Bellingreri, i violinisti Mario Bajardi ed Enzo Rao Canemi, il professore Giuseppe Barbera, il giornalista e attivista palestinese Karim El Sadi, lo stesso  Yousif Latif Jaralla in qualità di cantastorie.

Contributi video arriveranno anche da altri artisti, tra cui Salvo Piparo.

“So che essi sono forti abbastanza e tanto potenti da poter invadere tutto e uccidere chiunque, ma non possono occupare le mie parole”.

Dice il regista Yousif Latif Yaralla citando il poeta Darwish

imprigionato cinque volte, dal 1961 al 1967, per la sua stessa attività artistica,

Come pesci in un barile è un evento promosso dalla OnLus 
“Voci nel Silenzio”

Come pesci in un barile è un evento promosso dall’ onlus “Voci nel Silenzio” con il sostegno del Sindaco di Palermo, della Fondazione Teatro Massimo, del Teatro di Verdura, di Cgil Sicilia, Cgil Palermo, Arci, Sunia Sicilia, in collaborazione con realtà quali il Movimento culturale Internazionale “Our Voice”, Mediter Italia, la Rete Jasmine delle Donne Leader nel Mediterraneo, i Giovani Palestinesi d’Italia, l’associazione “Faro Convention”.

Il ricavato dello spettacolo “Come pesci in un barile” sarà devoluto all’associazione “Watan” di Khan Younis, città della Striscia di Gaza gemellata con Palermo, che, attraverso un’attività di promozione culturale e sociale, sostiene i minori e gli orfani traumatizzati in seguito ai numerosi bombardamenti subiti dalle forze di occupazione israeliane. Importante, quindi, esserci».

Zaher Darwish

Presidente Voci nel Silenzio OnLus

 

La mostra di opere all’ingresso del Verdura

All’ingresso del teatro di Verdura la mostra di opere di Dieci artiste madri dell’associazione “Faro Convention” (Rosa Anna Argento, Adriana Bellanca, Daniela Ficile, Ileana Milazzo, Rosalia Marchiafava, Sara Mineo, Cristina Patti, Ambra Pavesi, Mariella Ramondo e Silvia Ferro). Il ricavato sarà devoluto per la finalità.

La raccolta fondi, ecco l’IBAN 

Alla serata è associata una raccolta fondi, alla quale si può aderire utilizzando l’Iban dell’associazione “Voci nel silenzio”

Intestazione Voci nel silenzio OnLus

IBAN IT87Q0103004600000002637769.

Ingresso al Teatro di Verdura per assistere a Come pesci in un barile

Il contributo d’ingresso al Teatro di Verdura per partecipare alla serata Come pesci in un barile è di 10 €.

 

Informazioni e prenotazioni

Informazioni e prenotazione telefonando al 3401723999
3881474060
È possibile anche recarsi in alcuni punti della città:
SUNIA, Via Tenente Giovanni Ingrao n. 2 (fino alle ore 14.00)
Ristorante Hammamet Narghile, Via Sant’Euno (Piazza Magione)
Moltivolti, ivia Puglia 21 (Ballarò)
libreria Tantestorie, via Ariosto 27 A/B.

 

Ingresso
con Green pass
al Teatro

Per accedere al Teatro, è necessario il green pass o un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti.

Quanta gente rinuncerà a partecipare alla serata al Verdura? Esborso del biglietto + esborso del tampone…

Il mio canto per i bambini di Gaza

Noi artisti ci stiamo mettendo cuore e anima.

 

Nel mio caso, Yousif Latif Yaralla mi ha affidato la terza scena.

Offrirò una performance inedita, una ninna nanna con campane tibetane.

Aspettiamo che veniate a raccogliere le nostre emozioni per alleviare poco poco poco le ferite di guerra degli Orfani di Gaza.

Perché, come diceva Padre Pino Puglisi, “se ciascuno fa qualcosa, allora possiamo fare tanto”.

Il laboratorio di musica e canto coi bimbi del Parco del Sole.

Faceva un caldo matto.
Era lunedi pomeriggio.

Le sedie distanziate erano già state preparate in un grande cerchio.

I bambini mi aspettano seduti educatamente. Li saluto con un bacio sulla testa per ciascuno e mi ricambiano con sguardi riconoscenti e parole indimenticabili.

So che la riuscita del laboratorio dipende dalla cura della fase preliminare di preparazione del set, dall’accoglienza, dalla sincronizzazione degli emisferi cerebrali. Quando sono fedele a questa promessa, il laboratorio di musica è una danza d’amore.

Abbiamo cantato “l’orologio batte”, abbiamo respirato, abbiamo suonato tamburi e percussioni, siamo stati felici.

Da alcuni anni, il lunedi pomeriggio, tengo un laboratorio di musica per i bambini del Parco del Sole all’Albergheria a Palermo.

Posso godere dello straordinario supporto delle operatrici.

La particolarità è l’eterogeneità dei destinatari: bambini dialettofoni di età compresa fra 5 e 13 anni.

Grazie al metodo del Drum Circle Facilitato di Arthur Hull ho trovato una formula che mette tutti d’accordo. 😃

L’esperienza coi bimbi e le operatrici del Parco del Sole è tra le più appaganti della mia vita e io sono tanto grata.

Buon divertimento e buona tenerezza ❤️🎶🥁

Questo è il link del video sintetico coi bimbi tenerissimi
👉 https://youtu.be/On7yWSpRorg

Quanta tenerezza fanno questi piccoli meravigliosi bimbi del Parco del Sole? 

I tamburi Ben Kadì

I tamburi Ben Kadì

IL GRUPPO BEN KADi’

Il gruppo è caratterizzato dalla multietnicità: i ragazzi è composto da ragazzi provenienti da varie aree dell’Africa, Costa D’Avorio, Guinea, Mali, Maurithius, arrivati in Italia attraverso il “viaggio”, minorenni e soli, molti dei quali hanno conosciuto la “Libia”. Stanno via via diventando maggiorenni. Nel giro di pochissimo tempo l’attività del gruppo sta decollando. Il decreto Sicurezza ha rallentato prepotentemente le attività, uno dei ragazzi è fuggito in Francia, alcuni sono stati assunti in regola ed hanno lasciato il gruppo, gli altri si dividono tra scuola e lavoro, per mantenere il permesso di soggiorno o il permesso umanitario.

ANTEFATTO

Nell’autunno 2016, su sollecitazione di alcune insegnanti (Lucia Barbera, Celia Bartoli, Nicoletta Campisi, Nilla Palmeri, Leda Barradi, Rosalia Nando) ho tenuto dei laboratori di musica presso il CPIA, una scuola a Palermo riservata ai minori stranieri non accompagnati, per il conseguimento della terza media. Immediatamente emerge la straordinaria propensione al ritmo. Coinvolgo nei miei spettacoli i ragazzi più motivati e talentuosi. Nel Gennaio 2017 partecipano al mio spettacolo Dies Natalis per il Comune di Palermo, poi a Mons Regalis, al Canto della Santuzza ed altri.

LA MIGRANTES e i BEN KADÍ

Nell’estate 2017, grazie all’incontro con il dott. Mario Affronti, vengo a conoscenza dei progetti della FONDAZIONE Migrantes e presento l’istanza a sostegno della formazione di un gruppo di percussionisti. Dalla Primavera 2018, grazie al sostegno della Migrantes, acquisto i primi strumenti ed organizzo un corso di percussioni con Santo Vitale della Bottega delle Percussioni. Si forma il gruppo. Con una pioggia di idee, ci diamo un nome: Ben Kadì, suggerito proprio da Mory insieme al suo compagno di viaggio Conde N’Goma. Ben Kadì significa INSIEME È MEGLIO.
I Ben Kadì si impongono immediatamente per la straordinaria energia e simpatia che li caratterizza. Il 17 giugno 2018 prendono parte come artisti protagonisti al documentario di Odessa Rae, regista di Broadway ed aprono la Marcia Internazionale per la Pace nell’Installazione di Kate Daudy (artista di Londra) “Am I my brother keeper?” in collaborazione con UNHCR per la Bias2018. Sono stati invitati in più occasioni come testimonials. La presentazione ufficiale dei Ben Kadì si tiene a Palazzo delle Aquile, sede del Municipio di Palermo il 29 Luglio 2018, nell’Atrio Monumentale. Ciascuno firma un atto di impegno di appartenenza al gruppo. In uscita l’ebook che documenta attraverso le immagini di Giorgia Görner Enrile questa incredibile storia. Partecipiamo al Concertone di Capodanno 2019 in Piazza Politeama a Palermo, direzione artistica Red Ronnie.

A Novembre 2018 riceviamo un attestato di merito dalla Caritas di Bagheria, animando il pranzo del povero ed esibendoci in Piazza Madrice insieme ai tamburinai di Bagheria. Mory Diabate, in rappresentanza del gruppo, partecipa come performer percussionista al Congresso TaoBuk a Taormina. Protagonisti dello spettacolo di beneficenza del 28 ottobre organizzato dal Club Inner Weel Palermo, Presidente Rosellina Tristano Criscuoli, con la mia direzione artistica.

Il 21 marzo 2019 ci esibiamo per il Convegno dalla Migrantes ad Alcamo sulla condizione e progetti sulla situazione Migrante. E’ un grande successo! Mi accompagnano alle percussioni in occasione delle festività cristiane di Natale ed Epifania presso la Chiesa di Sant’Espedito a Palermo, animando la Messa dei Bambini: benché siano tutti Musulmani, manifestano uno spiccato spirito di apertura e fratellanza. Partecipano al progetto di Inclusione Arci e registrano il loro primo disco a Tavola Tonda. La loro storia è stata pubblicata da SUD, periodico a tiratura nazionale.

IL CANTO DEL SOLE, UN CONCERTO PER LA PACE

Nel 2003 esce “Il Canto del Sole” edito da Rai trade, un concerto per la Pace per voce sola e percussioni. In occasione del concerto di presentazione del disco al Teatro Biondo di Palermo riceve un telegramma dal Presidente della Repubblica per il gemellaggio con l’Unicef e l’associazione “Un Ponte per..”. Il ricavato dei concerti contribuì all’acquisto di kit scolastici per i bambini colpiti della guerra in Iraq. La giornalista Antonella Sciocchetti di Rai International riprese in diretta il concerto e dedicò una settimana di speciali su Taccuino Italiano.

Il Canto del Sole di Lucina Lanzara è stato  ospite nelle stagioni dei Teatri Antichi greci di Sicilia, come interprete e autrice, ed luoghi di particolare interesse artistico come il Castello di Santa Lucia del Melo, il Monastero di Camaldoli, Ferla.

L’ultima rappresentazione ha visto la partecipazione straordinaria di Ismaila Mbaye .

Il Canto della Santuzza (2016-2017)

Il canto della Santuzza è un oratorio moderno per il testo di Salvino Leone, per voce recitante in italiano, inglese e siciliano, grande coro, ensamble di percussioni tribali, chitarre e strumenti di improvvisazione e body percussion. I Ben Kadì hanno preso parte alle rappresentazioni negli ultimi anni.

Realizzato in Anteprima nella grotta di Santa Rosalia con il coro di Voci dell’Orchestra Sinfonica Siciliana e i Sudd Orf di Eliana Danzì. 

Negli anni l’opera si è evoluta, viene rappresentata in varie lingue per favorire la fruizione a turisti e stranieri in genere. 

Ismaila Mbaye, il maestro dei Ben Kadì

Ismaila Mbaye è uno dei maggiori maestri di percussione in circolazione in tutta Europa. Originario del Senegal, lavora stabilmente con RAI DUE, in particolare lo vediamo con Licia Colò – Alle Falde del Kilimangiaro e numerosissimi programmi. Performer attore, sostiene la formazione dei Ben Kadì.

I Ben Kadì partecipano allo spettacolo Integrarti col patrocinio del Conservatorio di Palermo

Il 14 novembre partecipiamo allo spettacolo Integrarti con il Patrocinio del Conservatorio di Palermo;
apriamo come ospiti, presso Arci Tavola Tonda, concerti di straordinari musicisti, in particolare di Badara Seck per il concerto di presentazione di FUNKINO (13 dicembre 2018);
apriamo il concerto di Baba Sissoko (18 gennaio 2019) nella rassegna Sponde Sonore.

I Ben Kadì su RADIO RAI UNO 

Il 28 febbraio 2019 si tiene lo spettacolo Lucina canta e racconta De Andrè, con la partecipazione dei Ben Kadì e delle Voci Vicine. 

Al termine Eliana Eschieri di RAI intervisterà i ragazzi.

Lo spettacolo viene ripreso dai microfoni di Radio Rai Uno e mandato in onda il 17 aprile  insieme all’intervista integrale.  

 

I Ben Kadì alla Marcia per la Pace 2018

I Ben Kadì, gruppo di giovani percussionisti africani, giunti soli in Italia, di straordinarie capacità musicali, con il sostegno della fondazione Migrantes, sono protagonisti del documentario di Odessa Rae (Broadway), aprono la Grande Marcia per la Pace per l’Installazione di Kate Daudy BIAS 2018.
Molto richiesti, effettuano performance che recuperino le tradizioni africane o sostengano gli spettacoli di Lucina stessa.

Red Ronnie seleziona i Ben Kadì per il Capodanno a Piazza Politeama a Palermo

I Ben Kadì collaborano con il Parco del Sole

I Ben Kadì partecipano alle attività del Parco del Sole, associazione di promozione sociale a favore dei bambini. delle Famiglie dell’Alberghieria, un quartiere del centro storico di Palermo, caratterizzato da alta dispersione scolastico e degrado socio-culturale. Offrono concerti e danno lezioni di percussioni.

Coronavirus, Voci Vicine a Distanza: musica e partecipazione

Coronavirus, Voci Vicine a Distanza: musica e partecipazione

Il video delle Voci Vicine a Distanza ai tempi del Coronavirus 

Musica, gratitudine, solidarietà e partecipazione.

Voci Vicine a Distanza ai tempi del Coronavirus è l’iniziativa che dice grazie all’Italia che cura, protegge e salva dal male. 

La Pandemia ha sconvolto le vite di tutti, in molti casi attaccando i bisogno primari.

Per questo è nato il progetto Corone di Fiori per il Parco del Sole, un video con le Voci Vicine a Distanza,  per aiutare i bambini in diffilcotà a Palermo, all’Albergheria.
Un progetto nel progetto. 

Vi racconto come.

La mia Quarantena

Ho trascorso la mia Quarantena a casa, coi miei cari, marito e figli, due gatti, col mio lavoro, il mio studio. 

Dal balcone vedo Monte Cuccio e Monte Pellegrino, il Campanile medievale di San Francesco di Paola.

Sotto, tanti alberi secolari, Ficus Magnoliae.
Sopra, il cielo. Bellissimo. Di un blu grande. Sa di Africa.  

Ho ultimato il mio libro sulla vocalità.
Sto definendo il corso di canto.
Ho respirato il silenzio delle strade.

Restituire un pò di Bene

Ho sentito il bisogno di restituire un pò del Bene che la Vita mi riserva.
Ho cercato vari modi per farlo.
Ho offerto gratuitamente delle dirette live su Facebook, le “Pillole di tecnica vocale”.

Il Flasmob a distanza

Ho aderito all’iniziativa  Flashmob a distanza dei Balconi d’Italia col mio Condominio.

La sfida delle Voci Vicine a Distanza

Ho lanciato una SFIDA: realizzare un video con le Voci Vicine a Distanza arrivate da tutta Italia, Matera, Cagliari, Sciacca, Vasto, Roma, Genova Recco, Palermo, Marsiglia e anche dall’Africa.  

Così abbiamo detto grazie all’Italia che cura, protegge e salva dal male

L’obiettivo era dare un messaggio di speranza e ringraziare chi si occupa di noi ai tempi del Coronavirus.

Un contributo determinante è arrivato dalle immagini del fotografo di Vasto Costanzo D’Angelo.

Musica, gratitudine e partecipazione.

Entusiasmo contagioso!
Ecco il video Corone di Fiori

Questa è l’ultima versione del video.
UN ENTUSIASMO CONTAGIOSO!

“Come posso rendermi utile?

Molte persone mi hanno interpellata, dicendomi: “come posso rendermi utile?

Ho pensato dunque di collegare il video alle attività del Parco del Sole.

Il Parco del Sole è un’associazione di promozione sociale fondata 10 anni fa da Padre Cosimo Scordato, al servizio dei bambini dell’Albergheria, un quartiere molto povero del centro storico di Palermo: doposcuola, concerti, gite, laboratori musicali, opportunità di crescita e promozione della persona umana.  

Solidarietà. 

– “Mamma, perchè non vedo la Maestra?”
– “Figlio mio, 
sono finiti i GIGA”.


“Grazie a nome dei bambini e delle famiglie
travolte dalla crisi economico e sociale
manifestata in questo periodo”.

 

Il Presidente del Parco del Sole ringrazia 

Il presidente del Parco del Sole, Massimo Messina, ringrazia Lucina Lanzara e Le Voci Vicine a Distanza.
Dice: “Grazie (..) a nome dei bambini e delle Famiglie travolte dalla crisi economico e sociale che è manifestata in quest’ultimo periodo.” Dura 40 secondi.

I nomi dei donatori.

Con una piccola Cerimonia su Facebook abbiamo ringraziato i donatori, chiamandoli per nome, uno per uno.
È importante riconoscerci e dirci grazie. 
Dura meno di un minuto.

Sono felice di aver partecipato ad un progetto che ha tutta la gentilezza e la delicatezza dei fiori.

È stato emozionante unire le voci di tanti artisti e cittadini per alleviare con un gesto simbolico un paese, la nostra Italia. (…)

Ho riscoperto la leggerezza del canto e la gioia nella condivisione seppur “virtuale” di questa esperienza. (…)

Mi auguro che questa poetica iniziativa possa essere di grande aiuto per i bambini del Parco del Sole di Palermo.

Gessica

Si chiude una parentesi 

Si chiude una parentesi straordinaria della mia vita, fatta di intrecci, legami e relazioni virtuose.

Mi è sembrata una catena incredibile dove un anello chiamava inesorabilmente l’altro.

Dai balconi d’Italia al Parco del Sole è stata una girandola d’amore: corone di fiori.

Abbiamo tenuto a  mente  la MISSION:

DIRE GRAZIE ALL’ITALIA che cura, protegge e salva dal Male.

Sono profondamente grata

Sento un SENSO in tutto questo.

Grazie a tutti coloro che ne sono stati parte.

E siamo veramente tanti! 🙏🏻

 

 

Il tuo canto libera

Vuoi gli aggiornamenti sul corso di canto che partirà a fine giugno? 

Che impressione ti ha dato?
Ti sarei grata se volessi lasciarmi un commento. laughing

Metto tutto il cuore nelle cose che faccio e mi piace sentire quello di chi mi circonda.
Grazie per aver letto fin qui. 

Lucina Lanzara 

Il video Corone di fiori aiuta i bambini del Parco del Sole

Il video Corone di fiori aiuta i bambini del Parco del Sole

Clicca sul pulsante PLAY e guarda il video!


Il video corone di fiori per dire grazie all’Italia

Il video corone di fiori aiuta i bambini del Parco del Sole.
L’inno “corone di fiori” nasce all’inizio della quarantena da coronavirus, per dire grazie all’Italia che cura, protegge e salva dal Male.
Il video nasce per moltiplicare la speranza e offrire un piccolo contributo per aiutare i bambini del Parco del Sole, che versano in condizioni difficili. Basta poco. Basta un piccolo gesto.


Il cast del video


Musica e testo Lucina Lanzara, arrangiamento, editing e mix audio Massimo Sigillò Massara
Con Elena D’Angelo, la bambina protagonista
Eva Veranda Genova per il contributo in LINGUA dei Segni (LIS)
Costanzo D’Angelo Fotografie Occhiomagico.org
Lucina Lanzara, Chitarra e voce
Vivi Lanzara, autoharp
Francesca Settipani, glockenspiel
I Ben Kadì, percussioni
Bruna Perraro, Flauto Traverso
Le Voci Vicine a Distanza
Lucina Lanzara, montaggio video
Una Produzione Nota Preziosa


Corone di fiori per coltivare la speranza e dire grazie.


Con la quarantena da coronavirus COVID19 il mondo si è diviso in due parti, chi resta a casa e chi è in trincea, a contatto col virus: medici, sanitari, farmacisti, fattorini.
Chi resta a casa spesso ha perso il lavoro già precario, non ha un computer per la didattica a distanza, non ha sufficienti GIGA, non ha come fare la spesa per il proprio figlio. Per questo il video corone di fiori aiuta i bambini del Parco del Sole. Adesso ti spiegherò come.

Ho scritto l’inno-mantra “corone di fiori” all’inizio della quarantena per il Flashmob sonoro.
L’inno è liberamente ispirato al canto patriottico”fischia il vento”.

L’INNO CORONE DI FIORI
Voglio innalzare corone di fiori
voglio cercare la Luce del cuore
poi ringraziare l’Italia devota:
cura, protegge, salva dal Male

Il video Corone di fiori per i bambini del Parco del Sole

Il video Corone di fiori aiuta i bambini del Parco del Sole.
Il Parco del Sole è un’associazione di promozione sociale gestita da Volontari.
La sede del Parco del Sole è la Chiesa di San Giovanni Decollato, all’Alberghieria, un quartiere molto povero di Palermo.
Io stessa tengo laboratori di musica e drum circle .

Il Parco del Sole sostiene le famiglie del territorio, attraverso i volontari, offre doposcuola pomeridiano, attività educative e ricreative, fornisce spesa e abbigliamento per bambini.
Al momento le attività in sede sono sospese per la quarantena da coronavirus COVID9.
I Volontari continuano a stare vicini ai bambini e alle famiglie.

LE VOCI VICINE A DISTANZA, chi sono e da dove vengono?

La realizzazione del video corone di fiori è un progetto di partecipazione. Gli interpreti sono le Voci Vicine a Distanza.

Il primo incontro su ZOOM con le Voci Vicine a Distanza e Lucina Lanzara per Corone di fiori

Le Voci Vicine a Distanza sono persone comuni che amino cantare e fare musica. Hanno risposto ad una sfida che ho lanciato a fine marzo, il mese scorso. Ciascuno ha registrato a casa propria i video. Hanno un’età compresa tra 10 e 90 anni. Provengono da Matera, Vasto, Palermo, Sciacca, Genova Recco, Marsiglia, Roma, Cagliari e anche dall’Africa. Guarda in calce i commenti delle Voci Vicine a Distanza!

Ecco i nomi delle Voci Vicine a Distanza

Alessandra Lo Cascio, Agata Puccio, Alessia Catanzaro, Alpha Oumar Barry, Amara Cisse, Anna Maria Casella, Antonella Lo Giudice, Aurora Picone, Bruna Perraro, Calogero Coco, Carla Latorre, Carlo Genova, Claudia Costanzo, Elena D’Angelo, Ernesta Cifarelli, Francesca Bozzo, Francesca Lubrano, Francesca Settipani, Gessica Paolicelli, Ismael Cisse, Ladji Sylla, Luciana Messina, Ludovica Fadda, Manuela Gargano, Marcella Fiumano, ‘ Maria Trento, Maria Gabriella D’Angelo, Maria Concetta Cirrincione, Mariella Serina, Mario Affronti, Maurizio Maria D’Amico, Mory Diabate, N’Goma Conde, Nico Parnofiello, Nicola Cardinale, Ousmane Kante, Piergiorgio Cossu, Rita Gatti, Rossella Prestigiacomo, Sabina Greco, Silvana Canosa, Silvana Iacovino, Silvia Manicone, Silvia Mirabile, Toumani Diabate, Valeria Randazzo, Valeria Zampagni, Vita Maria Valluzzi, Vittoria Rondinone.

Aiutiamo i bambini del Parco del Sole

Festa di fine anno coi bambini al Parco del Sole con Lucina Lanzara
Festa di fine anno coi bimbi al Parco del Sole
Il Presidente del Parco del Sole, Massimo Messina alla Chiesa di San Giovanni decollato, sede dell'Associazione di Promozione Sociale "il Parco del Sole". Si prepara a distribuire la spesa acquistata grazie alle donazioni di tantissimi benefattori.
Il Presidente del Parco del Sole, Massimo Messina, mentre si occupa della spesa da distribuire.

La Chiesa che prima ospitava i loro tumultuosi schiamazzi, adesso tace.

Generi alimentari che i Volontari del Parco del Sole recapiteranno ai bimbi in quarantena
Pacchi spesa alla chiesa di San Giovanni Decollato, sede del Parco del Sole

“Se ciascuno fa qualcosa,

allora possiamo fare molto”

Padre Pino Puglisi, vittima della Mafia

Come posso contribuire?

Puoi donare
Vestiti per bambini entro 14 anni
Pacchi di spesa
Strumenti musicali, cancelleria

Concorda la consegna

Il Parco del Sole ha sede presso la Chiesa di San Giovanni Decollato,
alle spalle della Questura di Palermo, zona Cattedrale.
Concorda la consegna
direttamente con il Presidente del Parco del Sole
dott. Massimo Messina.
Scrivi una mail a me.massimo67@gmail.com

GRAZIE

PER TUTTO QUELLO

CHE POTRAI FARE!


Lucina Lanzara

LASCIA UN COMMENTO

Grazie per aver letto fin qui.
Mi farebbe piacere se potessi lasciare anche tu un commento qui sotto!
Grazie!
Lucina Lanzara